Ecco come fare in modo che le vostre e-mail vengano lette in poche semplici mosse

Cosa rende un’e-mail una buona e-mail?

Il consiglio che molti esperti danno è quello di scrivere un’e-mail come se aveste ancora 10 anni. Può sembrare stupido, ma in questo modo chi scrive è costretto ad usare parole più brevi e frasi che arrivano subito al punto. Con questo tipo di approccio è molto più probabile ricevere una risposta immediata rispetto alle e-mail scritte con un linguaggio universitario e quindi molte volte eccessivamente complicate. Anche i sentimenti sono un fattore importante quando si scrive una mail, quindi ricordatevi di non essere dei robot senza cuore dietro lo schermo. Le e-mail possono avere un tono negativo o un tono positivo, e queste ultime ricevono molte più risposte di quelle neutrali o negative.

Maggiori informazioni

Pensi di essere ossessionato da Facebook? Questo studio ti aiuterà a capirlo

Vi è mai capitato di dimenticare il telefono a casa ed andare nel panico nel momento in cui vi accorgevate di non averlo in borsa? Per alcuni la paura è dovuta al credere di aver perso il telefono, per altri l’idea di passare un’intera giornata senza poter controllare Facebook o aggiornare le proprie storie su instagram è davvero insopportabile. Dopo una lunga giornata, abbiamo tutti voglia di staccare un po’ la spina scrollando tra le foto ed i post dei nostri amici senza pensare ad altro, e l’idea che questa piccola gioia ci venga tolta è troppo da sopportare. Alcuni vostri amici vi prendono in giro dicendo che siete ormai dipendenti dai social network, e voi alcune volte pensate di concordare, ma un nuovo studio ha dimostrato che le cose potrebbero essere migliori di quanto immaginiate.

Maggiori informazioni